Skip to content

Le strade di Torino


CAMERA POP. La fotografia nella Pop Art di Warhol, Schifano & Co. @CAMERA

CAMERA POP. La fotografia nella Pop Art di Warhol, Schifano & Co. @CAMERA

Esisterà già un codice Pantone per definire il Grigio Torino? Quella particolare nuance che mischia sabaudade, la nebbiolina che sale dal Po e dalla Dora e lo smog? Non è una critica velata in salsa radical chic la mia, sia chiaro! Un po’ lo amo, questo grigio torinese, perché mi fa apprezzare ancora di più i colori che si nascondono in ogni dove. Come ad esempio da Camera Torino, con la sua retrospettiva dedicata a Warhol, Schifano & Co. inaugurata il 21 settembre 2018.

Camilla


Fino al 13 gennaio 2019

CAMERA POP. La fotografia nella Pop Art di Warhol, Schifano & Co.
CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia

Via delle Rosine 18, 10123 – Torino | www.camera.to | |camera@camera.to
#CAMERAtorino

Orari di apertura (Ultimo ingresso, 30 minuti prima della chiusura)
Lunedì, Mercoledì, Venerdì, Sabato, Domenica 11.00 – 19.00
Giovedì 11.00 – 21.00 Martedì Chiuso Biglietti Ingresso Intero € 10 Ingresso Ridotto € 6, fino a 26 anni, oltre 70 anni


1. Andy Warhol (1928-1987)
Marilyn, 1967. Portfolio di 10 serigrafie su carta in differenti colori, cm 91,5 x 91,5 ognuna. Edizione di 250. Collezione Lanfranchi. Fotografie di Pietro Notarianni © The Andy Warhol Foundation for the Visual Arts Inc. by SIAE 2018

2. Robert Rauschenberg (1925-2008)
Senza titolo, 1988. Acrilico e trasferimento con solvente su ingrandimento fotografico di Gianfranco Gorgoni (1941), stampa su tela, cm 185 x 322. Collezione privata © Robert Rauschenberg by SIAE 2018.

3. Claudio Cintoli (1935-1978)
Mezza bocca per G.D., 1965. Olio su tela, cm 100 x 80,5. Collezione Lanfranchi. Fotografia di Pietro Notarianni © Eleonora Manzolini Cintoli

Torino, città della magia e dell’altrove. Diversi sono i punti in città che si dice che ci portino in un’altra dimensione. E in via delle Rosine ne abbiamo una nuova: si entra da CAMERA, e ci si trova catapultati direttamente negli anni ‘60. Grazie al lavoro curatoriale di Walter Guadagnini – direttore di CAMERA e grande esperto di Pop Art –, 150 opere tra quadri, fotografie e collage di artisti del calibro di Andy Warhol, David Hockney e Michelangelo Pistoletto provenienti da importanti collezioni ripercorrono e indagano la storia delle reciproche influenze tra la fotografia e la Pop Art.

4. Ugo Mulas (1928-1973)
Andy Warhol, Philip Fagan, Gerard Malanga, Factory, New York, 1964. Vintage print. Stampa ai sali d’argento su carta baritata montata su alluminio, cm40 x 50. Courtesy Archivio Ugo Mulas, Milano – Galleria Lia Rumma, Milano/Napoli © Eredi Ugo Mulas. Tutti i diritti riservati.

Fonte di ispirazione e strumento di lavoro, in perenne equilibrio tra indagine artistica e sociale, la fotografia qui diventa un prisma in grado di fornirci diversi livelli di lettura di una corrente culturale, storica e sociale vivace, complessa e senza frontiere come quella della Pop Art.

Torino quindi diventa Pop. E ci piace!

5. Joe Tilson (1928)
Clip – o – matic lips, 1967. Collage e matita su carta, cm 70 x 55. Collezione Lanfranchi. Fotografia di Pietro Notarianni © Joe Tilson by SIAE 2018.


All images © 2018 Camilla Colavolpe