Skip to content

Le strade di Torino


FLOR Primavera: la città diventa un giardino

FLOR Primavera: la città diventa un giardino

Vi siete mai immaginati come sarebbe riempire intere vie nel cuore storico della città con piante e fiori di ogni tipo? Come sarebbe poter passeggiare, all’ombra dei palazzi più belli, annusando profumi, meravigliandosi degli infinti colori possibili e delle impensabili forme  e bellezze di centinaia di erbe, delle quali non sospettavate neppure l’esistenza? Se non avete fantasia abbastanza, non sforzatevi: preparatevi piuttosto a visitare FLOR, quando il centro cittadino si veste di migliaia di corolle e la gioia vitale della primavera pulsa oltre ogni vostra aspettativa.


FLOR
Via Carlo Alberto, Piazza Carlo Alberto, Via Principe Amedeo, Via Roma

venerdì 25 maggio dalle 13 alle 20
sabato 26 maggio dalle 9 alle 20
domenica 27 maggio dalle 9 alle 20

Ingresso gratuito

I miei tre motivi per visitare FLOR:

  • Per il tripudio assoluto di colori e piante, in numero e concentrazione tale da dominare con piena naturalezza lo spazio urbano;
  • Per la possibilità di acquistare le piante direttamente dai migliori vivaisti in circolazione, chiedendo consigli e carpendo segreti;
  • per una full immersion nel mondo tutto particolare dei vivaisti, persone fantastiche, grandi lavoratori che più di ogni altra cosa amano quello che fanno.

Come stordirsi di bellezza

Se cercate una pianta perenne per il vostro balcone o terrazzo; se avete bisogno di un albero da mettere in centro al giardino o volete fare un laghetto con le ninfee; se dovete regalare un’orchidea alla suocera o siete pazzi per i bonsai e le kokedama;  se cercate il basilico greco e la bietola rossa o non sapete affatto che cosa volete vi assicuro che siete nel posto giusto. Non c’è praticamente pianta o fiore o albero che voi non possiate trovare a FLOR e non esiste la minima possibilità che finiate il vostro giro senza aver fatto almeno un acquisto: tanta sarà la bellezza che vedrete, i mix di piante dei diversi espositori, le sorprese botaniche e le curiosità, che da qualcosa vi farete conquistare, senza dubbio. Rassegnatevi. Percorrere le vie del centro in mezzo a circa 250 espositori, che arrivano da tutto il paese e si alternano con le loro specialità, è un’esperienza concreta e surreale al tempo stesso: è difficile spiegare l’emozione di un colpo d’occhio così bello e colorato dove il fiume di fiori e piante accompagna quello brulicante dei visitatori.

E’ difficile da spiegare ma è meravigliosa da vivere.

Non solo piante

FLOR non è solo una grande mostra mercato florovivaistica: non dovete assolutamente perdervi gli incontri e le iniziative culturali che si svolgono nella meravigliose cornice del cortile juvarriano di Palazzo Birago di Borgaro. Al suo interno (con un allestimento nel quale trovate il nostro zampino..:)) potrete, ad esempio, ascoltare attori impegnati in letture pubbliche; seguire un corso sulle piante da orto  o ancora trovare qualcuno che vi insegni come progettare il vostro spazio verde. Lasciatevi affascinare dall’allestimento delicato dell’artista ospite e delle sue grandi tele; riposatevi all’ombra degli alberi spuntati magicamente nell’acciottolato e imparate a moltiplicare le piante da soli. E se tutto questo non vi basta, quest’anno a FLOR si aggiunge TERRAE: una selezione di 30 ceramisti d’eccellenza che espongo, in piazza Carlo Alberto, tutta la delicatezza delle maioliche realizzate a mano e tutta la concretezza delle argille cotte dal calore e trasformate in centinaia di oggetti.

Lasciatevi conquistare, non ve ne pentirete.


All images © 2018  Elisa Campra