Skip to content

Le strade di Torino


Carnevale vuol dire Frittelle della nonna alle mele e uvetta

Carnevale vuol dire Frittelle della nonna alle mele e uvetta

Il sapore del carnevale è sempre stato dolce, un periodo che amavo e “odiavo” allo stesso tempo perchè non sopportavo il fastidio dei coriandoli che ti lanciavano e ti finivano fino in fondo alle mutande! Fortunatamente il tutto era bilanciato dalla cucina della nonna, lei passava – e tuttora passa- i fine settimana di questo periodo a far dolci di carnevale: le frittelle alle mele.

Questi squisiti dolcetti sono davvero semplici e super buoni da fare, soprattutto se preparate in compagnia di un bel gruppetto di amici come i ragazzi de “Le Strade di Torino”.

Mike


Partiamo con la ricetta, ecco gli ingredienti

  • 500 gr di Farina
  • 5 o 6 cucchiai di zucchero
  • 3 uova
  • 1 bustina di lievito per dolci
    1 bustina di vanillina (oppure una stecca di vaniglia)
    ½ di bicchiere di olio di mais
  • ½ di bicchiere di grappa piemontese o sambuca
  • ¾ di bicchiere di latte (o quanto basta)
  • 1 pizzico di sale
  • 2 arance (scorza)
  • 2 mele
  • 1 limone (scorza)
    200 g di uvetta

per friggere

1 pentola a bordo alto (quella usata per fare il sugo diciamo) diametro 18/20cm

Preparazione

  1. Per prima cosa mettere l’uvetta in ammollo in acqua calda prima di iniziare a cucinare.
  2. Mettere in una capiente ciotola la farina, lo zucchero, lo lievito, la vaniglia e un pizzico di sale; poi girare tutto per unire gli ingredienti.
  3. Grattare la scorza delle due arance e del limone.
  4. Aggiungere uova, latte, olio, la grappa piemontese o sambuca e creare un composto mescolando e aggiungendo il latte per ottenere una densità cremosa (non deve essere troppo liquido).
  5. Scolare l’uvetta e metterla nel composto; poi aggiungere le due mele grattugiate e mescolare bene per ottenere un composto omogeneo.
  6. Mettere a scaldare l’olio a fuoco medio – senza farlo bruciare mi raccomando- e, una volta caldo, versare con l’aiuto di un cucchiaio una piccola quantità di impasto.
    Aspettare che la frittella si sia dorata interamente per poi riporla su un piatto con carta assorbente e aggiungere sopra dello zucchero (quando sono ancora calde così resta attaccato).

    E voilà, disponetele su un piatto con un po di zucchero a velo in superficie e servitele sul tavolo (sempre se i vostri amici non ve le mangiano prima!)


Buon carnevale a tutti!

 


All images © 2017 Fabio Rovere

Leave a Reply