Skip to content

Le strade di Torino


Orto già Salsamentario

Orto già Salsamentario

L’Orto è comparso nella mia vita di soppiatto. Alcune foto su Facebook quà e là, un “mi piace” su Instagram quando meno me lo aspettavo. E io iniziavo ad occhieggiare questo posto che tanto mi ispirava, ma che non riuscivo ad inquadrare: era vegano, crudista e perchè si chiamava orto? Poi un giorno il mio nutrizionista mi racconta di un incontro che aveva organizzato su alimentazione vegana e sport e che si sarebbe tenuto proprio all’Orto già Salsamentario. E così che partecipai alla lezione, incontrai Eduardo e i suoi occhi che ridono e mi innamorai della sua pizza.

Monica


Orto già Salsamentario

Via Monferrato 14A | Torino
+39 011 1994 1740

Pranzo | Martedì – Domenica 12.30 – 14:00
Cena | Martedì – Sabato dalle 19.30

Costo €20 – 40


L’Orto è un treno, perchè è stretto e lungo e quando è pieno di persone il suono delle loro chiacchiere ricorda quello di un treno in movimento. Ma anche perché l’Orto è un bellissimo viaggio e una missione per rendere questo mondo un po’ più buono e più bello. Si tratta di un piccolo ristorante vegano e crudista in Borgo Po. Ironicamente la Salsamenteria del nome, presente anche sull’insegna storica del locale, era una salumeria. Ma Eduardo, chef del ristorante, ha convinto i proprietari ad aprire un ristorante completamente vegano cucinando per loro.

Orto già Salsamentario’s philosophy

La filosofia dell’Orto è molto semplice: Eduardo vuole infondere nuova energia e nutrire i suoi commensali, con il suo cibo delizioso e salutare e con i suoi occhi sorridenti. La maggior parte dei suoi clienti non è vegano, ma tutti escono felici e investiti dall’entusiasmo e dall’energia dei proprietari. All’Orto non troverete farine o zuccheri raffinati e ovviamente prodotto di origine animale. Tutte le verdure sono di stagione e di produttori locali.

Cosa abbiamo mangiato da Orto

Noi abbiamo provato la pizza con pesto di rucola e zucchine e abbiamo scelto l’impasto multicereale; ma è presente anche un impasto integrale e con farina di canapa. L’insalata russa, fatta con verdure dell’orto e maionese vegetale è deliziosa. Ma dobbiamo assolutamente tornare per cena provare gli Sfizi, ossia dei deliziosissimi gnocchi preparati con la barbabietola essiccata o le lasagne fatta con le cime di rapa. Ma anche per provare i dolci, tutti fatti esclusivamente in casa e senza zuccheri raffinati.


All images © 2017 Jehanne Oostra